CHE COS’È IL PROGRAMMA ERASMUS+?

Si tratta del nuovo programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport per il periodo 2014-2020. Il programma Erasmus+ copre tutti i programmi, le reti, le piattaforme e le iniziative europee e internazionali dell’UE nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. È destinato ad alunni, studenti, personale docente e non docente a tutti i livelli di istruzione, ed è dedicato in particolare ai giovani tra i 13 e i 30 anni e a quegli individui (personale scolastico e membri di organizzazioni giovanili) che lavorano con i giovani: operatori sportivi, volontari e atleti.

Erasmus + ha sostituito il precedenti programma 2007-2013: il Programma di Lifelong Learning (con i suoi sottoprogrammi Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius e Grundtvig), Gioventù in azione ed Erasmus Mundus, Tempus, Alpha, Edulink. Il programma introduce per la prima volta il supporto anche al campo dello sport.

ERASMUS + STRUTTURA DEL PROGRAMMA

  • Attività chiave 1 – Mobilità degli individui a fini di studio apprendimento
  • Attività chiave 2 – Cooperazione per lo sviluppo e scambio di buone prassi
  • Attività chiave 3 – Sostegno alla riforma delle politiche giovanili
  • Attività Jean Monnet
  • Sport

CHI GESTISCE IL PROGRAMMA ERASMUS +

La Direzione Generale per l’Istruzione e la Cultura (DG EAC) della Commissione Europea è responsabile dell’attuazione del programma. Il programma è gestito dall’Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, i prodotti Audiovisivi e la Cultura della Commissione europea (EACEA), che pubblica regolarmente delle call per la presentazione di progetti, li seleziona e valuta, assegna fondi e monitora la loro attuazione.

OPPORTUNITÀ DI PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA ERASMUS+ in Bosnia

Partecipazione della Bosnia-Erzegovina al programma
A seguito della manifestazione ufficiale di interesse alla partecipazione al programma, la Bosnia-Erzegovina, in quanto paese partner, può partecipare ad alcune delle attività, gestite centralmente dall’EACEA (Mobilità per l’Apprendimento, Progetti di Cooperazione, Sviluppo delle Capacità, Sostegno alla Riforma delle Politiche Giovanili, Attività per i Giovani e Progetto Jean Monnet). La partecipazione della Bosnia è parziale, il che significa che esiste un accordo tra la Bosnia-Erzegovina e l’UE che regola la partecipazione e il pagamento di un “biglietto d’ingresso”.

In questa fase, la Bosnia-Erzegovina è abilitata, oltre alle attività di cui sopra, anche alla partecipazione a reti educative europee: Eurydice, Euroguidance, Europass ed EQF (European Qualifications Framework). Partecipa inoltre ad alcune delle piattaforme IT dell’UE: per esempio la Twinning platform – un portale per la cooperazione internazionale e la formazione di personale non docente, dalla scuola materna all’istruzione secondaria, e la piattaforma EPALE (Piattaforma Europea per l’Educazione degli Adulti).